Cantieri

I vincitori dei World Superyacht Awards

Si è svolta ad Amsterdam l'edizione 2015 del Superyacht Award, un prestigioso premio che ha la caratteristica di una giuria composta dai proprietari di questi gioielli del mare. L'edizione 2015 del prestigioso Superyacht Awards Mondo è tornato ad Amsterdam, nei Paesi Bassi il 9 maggio per una serata glamour trascorsa premiare i migliori superyacht dello scorso anno in un totale di 18 categorie. Giudicati da una giuria prevalentemente costituita da proprietari, ecco la lista dei primi vincitori. 

News of the week

Una bella iniziativa editoriale de Il Sole24Ore

Da venerdì 24 aprile Il Sole 24 ORE presenta ai lettori che amano il mare e la navigazione “Le storie di mare”, una collana di 24 volumi - per la prima volta in edicola - che raccontano le storie vissute in prima persona da skipper famosi che hanno consegnato alle pagine di un libro le loro emozioni. Dicono gli skipper che navigare in barca vela sia il modo più intenso per poter stare a contatto con il mare, conoscerlo profondamente, viverlo in ogni suo aspetto e apprezzarne tutte le sue “anime”. Un viaggio che da sempre parla di avventura, di cieli aperti, di sfide ma anche di incanto e di pace. Ed i volumi raccolti nella collana “Le storie di mare” raccontano proprio storie emozionanti, ricordi e aneddoti, ma anche tecniche di navigazione e suggerimenti per gli appassionati della vela. Ogni skipper ha un esperienza diversa, la traversata in solitaria dell’oceano o il comando di una barca in Coppa America sono avventure profondamente diverse, storie con emozioni differenti, che creano in ogni skipper un rapporto personale con il mare e con il vento. Grazie ai diversi titoli della collana “Storie del mare” Il Sole 24 Ore offre ai suoi lettori la possibilità di conoscere queste esperienze per trarne spunto per un viaggio o per “salpare” per un viaggio che, nel suo incanto, riuscirà a rigenerarli.

Stampa

Un'azienda marsalese per una marsalese doc: Laura Linares

on . Posted in Economia

Biotrading è una Azienda del settore della integrazione alimentare e della farmaceutica nutrizionale e realizza prodotti nell’ambito neonatologico e pediatrico sin dalla sua costituzione, dal 2010 anche nell’ambito geriatrico, gastroenterologico ed oncologico, e dal 2015 anche nell’ambito sportivo e veterinario, garantendo sempre una elevata qualità e una continua innovazione tecnico-scientifica di produzione. Biotrading fonda la sua strategia produttiva sulla dinamicità, sulla innovazione tecnico-scientifica e sulla garanzia di qualità dei suoi prodotti. Questo è quello che si legge sul sito di Biotrading. Ma questa azienda, con sede a Marsala, ha deciso di sostenere nel suo viaggio verso Rio2016, alla conquista di un posto alle Olimpiade, una delle più giovani e forti atlete che l'Italia può vantare nella vela. Infatti Laura Linares sarà supportata per l'avventura di qualificazione a Rio2016 proprio da Biotrading. 

Stampa

Il Garda saluta gli SB20, ma per poco...pronto l'italiano

on . Posted in Altura

Luca Rodion da Kiev sembra essere l’asso pigliatutto del 2015 a Torbole, dopo aver vinto a mani basse la prima tappa dell’anno si aggiudica anche il Grand Slam da poco conclusosi nell’alto Garda. Poco più dietro Protect Tapes di Gian Matteo Paulin – presidente della Classe Italiana – con al timone il talento sudafricano Ian Ainslie, con i quali Rodion e soci si sono alternati in testa alla classifica in questi giorni “Il team si ritrova insieme dopo un paio d’anni con una barca nuova, tutto un po’ da ricostruire, ma siamo già ad un ottimo livello – racconta un sorridente Paulin al rientro – Siamo felici del 2do posto che ci fa sperare bene per le prossime tappe visto che abbiamo ampio margine di miglioramento”. Al terzo posto, parimerito a Paulin, c’è il presidente della classe SB20 internazionale, Ed Russo al timone del suo Black Magic. Ferdinando Battistella è il secondo italiano all’ottavo posto seguito all’11mo da Claudio Dutto.

Stampa

Un mondiale Soling con uno scenario da Star

on . Posted in ISAF/FIV

Mondiale Soling spettacolo a Castiglione della Pescaia, disputate le prime due proveUn vento termico da Ponente tra i 7 e i 16 nodi ha consentito di disputare due belle prove, vinte rispettivamente dal brasiliano Nelson Ilha e dal canadese Bill Abbott. Una buona prova per i giovani del CVCP Nappi-Galeotti-Maiano.  Dopo due giorni dedicati alle stazze e la cerimonia d’inaugurazione di sabato sera, è iniziato oggi al Club Velico Castiglione della Pescaia il Campionato del Mondo della classe Soling. I 45 Soling iscritti, in rappresentanza da 14 Nazioni, hanno disputato due belle e impegnative prove grazie a un vento termico da Ponente tra i 7 e i 16 nodi. La prima prova è stata tatticamente impegnativa per i numerosi salti di vento che oscillava sotto le nuvole di passaggio sul campo di regata di Castiglione. La seconda, invece, è stata più dura fisicamente per il vento termico che, come è prassi nel mare della Maremma, è andato aumentando nel corso del pomeriggio fino a toccare i 16 nodi, condizioni in cui il Soling diventa barca particolarmente atletica, forte del suo passato di classe olimpica.

ISAF

Un mondiale Soling con uno scenario da Star

Mondiale Soling spettacolo a Castiglione della Pescaia, disputate le prime due proveUn vento termico da Ponente tra i 7 e i 16 nodi ha consentito di disputare due belle prove, vinte rispettivamente dal brasiliano Nelson Ilha e dal canadese Bill Abbott. Una buona prova per i giovani del CVCP Nappi-Galeotti-Maiano.  Dopo due giorni dedicati alle stazze e la cerimonia d’inaugurazione di sabato sera, è iniziato oggi al Club Velico Castiglione della Pescaia il Campionato del Mondo della classe Soling. I 45 Soling iscritti, in rappresentanza da 14 Nazioni, hanno disputato due belle e impegnative prove grazie a un vento termico da Ponente tra i 7 e i 16 nodi. La prima prova è stata tatticamente impegnativa per i numerosi salti di vento che oscillava sotto le nuvole di passaggio sul campo di regata di Castiglione. La seconda, invece, è stata più dura fisicamente per il vento termico che, come è prassi nel mare della Maremma, è andato aumentando nel corso del pomeriggio fino a toccare i 16 nodi, condizioni in cui il Soling diventa barca particolarmente atletica, forte del suo passato di classe olimpica.

Saloni

Gli sport d'acqua protagonisti al prossimo Salone Nautico di Genova

A Genova proseguono i lavori intorno alla 55esima edizione del Salone Nautico che si svolgerà dal 30 settembre al 5 ottobre prossimi. Un'ottima vetrina per gli standisti, che potranno esporre barche ed altro materiale legato al mondo nautico, ma anche un importante evento per gli appassionati che in quei giorni troveranno a Genova il meglio del comparto nautico nazionale ed Europeo. Tra gli eventi correlati si segnala anche la Volvo Ocean Race, il Salone Nautico infatti ospiterà equipaggi ed imbarcazioni che partecipano al giro del mondo a vela, si potranno vedere da vicino le migliori riprese e scatti delle regate ma anche  un modello a scala reale di uno scafo Vo65, il modello sarà persino visitabile dal pubblico. La novità maggiore al Salone Nautico di Genova sarà la grande attenzione agli sport d'acqua, con la scelta di dedicare agli appassionati degli sport acquatici di ogni tipo nuovi stand ed eventi, perché la nautica non sono solo imbarcazioni, ma la passione arriva anche da chi ama praticare lo sport in acqua in ogni sua variante

Oceano

Volvo Ocean Race versus the future

Il CEO della Volvo Ocean Race Knut Frostad ha presentato, nel corso di una conferenza tenutasi a Newport, alcuni dettagli sul futuro della regata fra cui l'ambizioso progetto di avere da otto a dieci barche sulla linea di partenza della prossima edizione 2017/18 Knut Frostad, CEO della Volvo Ocean Race ha presentato alcune novità e ha delineato quale potrà essere il futuro del giro del mondo a vela nel corso di una presentazione ai team e agli sponsor, tenutasi a Newport lo scorso sabato. Frostad ha dichiarato che gli organizzatori non intendono variare il costo per un nuovo Volvo Ocean 65 one-design, che resta fissato a 4,5 milioni di euro, cioè quanto costava tre anni fa. “E' un risultato molto importante.” Le sette barche identiche, che concluderanno la dodicesima edizione della regata a Goteborg il prossimo 27 giugno, saranno utilizzate anche per l'edizione 2017/18, ma il piano è di costruirne altre a seconda delle richieste. “Se qualcuno vuole può fare l'ordine oggi!” ha detto Frostad che ha spiegato però anche che la costruzione, che dura circa otto mesi, non inizierà prima di luglio 2015. “Vogliamo avere nuovi team, il numero ottimale è fra le 8 e le 10 barche, ma a nostra priorità al momento è avere i team esistenti di ritorno sulla linea di partenza della prossima regata.”