Stampa

7 mesi tanto è durato l'ultimo CEO. Ecco Andy Hunt

on .

Era luglio del 2015 quando l'allora ISAF annunciava l'arrivo dal mondo della consulenza di un CEO di assoluto valore. Il presidente Croce ne esaltava le capacità manageriali e organizzative. Ma non ha superato gli stress test di un'ISAF che nel frattempo ha anche cambiato nome in World Sailing. Forse che il caso Israele - Malesia avesse bisogno di un capro espiatorio? Ipotizziamo di no, è più probabile che la lobby inglese che negli anni passati ha perso la leadership con l'arrivo di Carlo Croce alla presidenza, oggi voglia assicurarsi un futuro più longevo. Ed ecco arrivare Andy Hunt direttamente da Londra dove ha guidato Progressive Media Group e in passato è stato AD di British Olympic Association e da un direttore non esecutivo dei Giochi olimpici e paraolimpici di Londra 2012. Da notare che Progressive Media Group, gruppo internazionale di Media e Business Information di aziende è un colosso di imponenza globale. Inoltre ha ricoperto il ruolo di AD della England Hockey & Gloucester Rugby. Hunt ha ha avuto una carriera di grande successo sia tra sport e affari nel corso degli ultimi 30 anni.

 

Il Presidente Carlo Croce ha detto: "Sono felice che abbiamo trovato un eccellente candidato a ricoprire il ruolo di Amministratore Delegato. Andy combina credenziali di leadership eccezionali, con un eccellente track record nella gestione dello sport, una profonda conoscenza del movimento olimpico e paralimpico , forti relazioni con il CIO e ASOIAF e gode di una passione per la vela. Andy lavorerà a stretto contatto con me e il comitato esecutivo di continuare a fornire la nostra visione e la strategia per la World Sailing".

"Sono lieto di essere stato scelto dal comitato esecutivo per condurre World Sailing", ha commentato Hunt. "E 'un vero onore essere in grado di servire uno sport che ho partecipato a da tenera età. Non vedo l'ora di lavorare con tutti gli stakeholder all'interno del nostro sport per guidare ulteriormente l'organizzazione e lo sport in avanti."

Il presidente Croce